Spyware

Nove utenti Internet su dieci affermano di aver modificato il proprio comportamento online per paura di cadere vittima di intrusioni di software.

Lo spyware e la minaccia di programmi indesiderati caricati segretamente sui computer stanno diventando gravi minacce online. Decine di milioni di americani sono stati colpiti nell'ultimo anno da intrusioni di software e molti altri hanno iniziato a prendere precauzioni modificando il modo in cui utilizzano Internet. Nel complesso, il 91% degli utenti Internet afferma di aver apportato almeno una modifica al proprio comportamento online per evitare programmi software indesiderati. Tra le modifiche:

  • L'81% degli utenti di Internet afferma di aver smesso di aprire gli allegati di posta elettronica a meno che non sia sicuro che questi documenti siano sicuri.
  • Il 48% degli utenti Internet afferma di aver smesso di visitare determinati siti Web che temono possano depositare programmi indesiderati sui propri computer.
  • Il 25% degli utenti Internet afferma di aver interrotto il download di file musicali o video da reti peer-to-peer per evitare di ricevere programmi software indesiderati sui propri computer.
  • Il 18% degli utenti Internet afferma di aver iniziato a utilizzare un browser Web diverso per evitare intrusioni di software.

Sfortunatamente, molti utenti di Internet & rsquo; le paure sono fondate sull'esperienza.

Dopo aver ascoltato le descrizioni di & ldquo; spyware & rdquo; e & ldquo; adware & rdquo; Il 43% degli utenti di Internet, ovvero circa 59 milioni di adulti americani, afferma di aver utilizzato uno di questi programmi sul proprio computer di casa. Questa è probabilmente una stima prudente poiché questo sondaggio potrebbe essere stato la prima volta che gli intervistati avevano sentito le definizioni dei programmi. Inoltre, vi sono divari significativi tra le percezioni delle persone e la realtà di ciò che è presente sui loro computer ed è molto probabile che una grande parte di coloro che hanno avuto problemi con il computer siano stati vittime di spyware o virus informatici più aggressivi senza la loro conoscenza della causa dei loro problemi. Ad esempio, nell'ottobre 2004, lo studio sulla sicurezza online di AOL e National Cyber ​​Security Alliance ha riferito che il 53% degli intervistati ha affermato di avere spyware o adware sui propri computer, ma una scansione ha rivelato che l'80% degli intervistati aveva effettivamente tali programmi installati.

Sebbene la maggior parte non conosca l'origine dei propri problemi, nell'ultimo anno decine di milioni di persone hanno riscontrato problemi con il computer che sono coerenti con i problemi causati da spyware o virus:

  • Il 52% degli utenti di Internet da casa afferma che il proprio computer è rallentato o non funziona più velocemente come prima.
  • Il 51% degli utenti di Internet da casa afferma che il proprio computer ha iniziato a bloccarsi o a bloccarsi, richiedendo lo spegnimento o il ripristino.
  • Il 25% degli utenti Internet da casa afferma che sul proprio computer è apparso un nuovo programma che non ha installato o che nuove icone sono apparse improvvisamente sul desktop.
  • Il 18% degli utenti Internet da casa afferma che la propria home page Internet è cambiata senza che venga ripristinata.

In sintesi, il 68% degli utenti Internet da casa, ovvero circa 93 milioni di adulti americani, ha sperimentato almeno uno di questi problemi nell'ultimo anno. Il sessanta per cento degli utenti di Internet che segnalano problemi con il computer non ne conosce l'origine, ma coloro che ne sono a conoscenza citano virus, spyware, adware, difetti del sistema operativo e problemi hardware. Non tutti hanno tentato una soluzione, ma quelli che lo hanno fatto spesso hanno scoperto di aver bisogno di aiuto, pagato o non pagato. Circa 28 milioni di adulti americani hanno finito per spendere soldi per far funzionare di nuovo il loro computer, tipicamente nella gamma di $ 100.



Le definizioni di spyware e adware potrebbero non essere chiare a molti utenti di Internet, ma molti ritengono che la sorveglianza e il software indesiderato rappresentino una seria minaccia per gli utenti & rsquo; sicurezza e privacy.

Prima di esplorare le questioni in modo approfondito, abbiamo chiesto agli intervistati se sapevano cosa significassero determinati termini. Otto utenti di Internet su dieci affermano di avere una buona idea di cosa sia lo spyware, ma solo la metà degli utenti di Internet afferma di avere una comprensione del concetto di adware. Nelle domande successive, sono state utilizzate le seguenti descrizioni:

  • & ldquo; Come forse saprai, alcuni programmi software, a volte chiamati & lsquo; spyware & rsquo; - può essere installato sul computer di una persona senza il suo esplicito consenso, sia mediante & lsquo; piggy-backing & rsquo; su un file o un programma che la persona scarica da Internet o semplicemente visitando un particolare sito Web. Questi programmi possono tenere traccia delle abitudini Internet di una persona e dei siti visitati e possono ritrasmettere queste informazioni a una fonte centrale. & Rdquo;
  • & ldquo; Un altro tipo di programma software, a volte chiamato & lsquo; adware & rsquo; - viene fornito in bundle con file e programmi gratuiti che le persone scaricano da Internet, come giochi, programmi di condivisione di file e screensaver. Questi programmi possono tenere traccia delle abitudini Internet di una persona e dei siti visitati e possono utilizzare tali informazioni per fornire pubblicità mirata sul computer della persona. & Rdquo;

La metà degli utenti di Internet vede i programmi software come gli spyware come una seria minaccia alla propria sicurezza online. Circa un quarto afferma che sono un problema minore e si dovrebbe fare di più per controllarli e il resto afferma che tali programmi sono solo una parte della vita su Internet e non li disturbano davvero. Non sorprende che il 61% degli utenti Internet che riferiscono di aver avuto uno spyware affermi che si tratta di una minaccia seria, rispetto al 43% degli utenti Internet che afferma di non aver avuto spyware sul proprio computer di casa.

Otto utenti Internet su dieci (e il 90% degli utenti Internet che riferiscono di aver avuto adware) affermano che si dovrebbe fare di più per avvisare i consumatori della presenza di adware nei file che stanno scaricando. Solo un utente Internet su dieci afferma che l'attuale pratica di fare clic su un contratto utente o una dichiarazione di non responsabilità è un consenso adeguato per installare adware sul computer di una persona.

Risultati a colpo d