Settanta

Una pagina della Settanta
Leggera lettura dell'età del ferro
La Bibbia
Icona bible.svg
Gabbin 'with God
Analisi
Corteggiare
Figure

Il Settanta è un greco traduzione del Scritture ebraiche . È stato scritto ad Alessandria da, si dice, settanta scribi in settanta giorni e originariamente era associato a comunità di ebrei ellenizzati. Analisi testuale del Nuovo Testamento lo rivela Gesù e la Chiesa primitiva usava la Settanta, ed è l'Antico Testamento ufficiale del Ortodosso orientale Chiesa. Il Chiesa cattolica romana usa la Vulgata, a latino traduzione.


Contenuti

Opinioni divergenti

Al Concilio di Jamnia nel 90 QUESTO molti rabbini leader (in parte per differenziare Giudaismo a partire dal cristianesimo ) ha respinto il testo alessandrino a favore del ebraico testi (ora noto come il testo masoretico); poiché sette dei libri erano disponibili all'epoca solo in greco, ne risultò un Antico Testamento con solo trentanove libri anziché quarantasei. Nel Cinquecento il Riforma ha abbracciato questo 7% più piccolo Bibbia (in parte per differenziare protestantesimo dal cattolicesimo) e fino ad oggi i cattolici devono rispondere alle accuse che il Papa ha aggiunto libri al file Bibbia . Tuttavia, la maggior parte degli studiosi della Bibbia concorda con la Settanta nel rappresentare una tradizione testuale più antica strettamente correlata ai testi trovati a Qumran, e rappresenta un prezioso documento storico dell'evoluzione della Bibbia.

Alcune Onlyists di King James considerare la Settanta una bufala, parte di a satanico teoria di cospirazione che afferma che la primitiva Chiesa cattolica romana cercò intenzionalmente di corrompere la Bibbia. Fuori estremo fondamentalista circoli, nessun altro prende sul serio questa affermazione.


YHWH contro 'Lord'

Quando fu scritta la Settanta, il nome ebraico di Dio, YHWH , era diventata una 'parola proibita' che un buon ebreo non avrebbe dovuto pronunciare ad alta voce. Quindi, invece di traslitterare YHWH nel suo equivalente greco, alcune versioni dei Settanta usano la parola grecakyrios(lett. 'Signore') ovunque le scritture ebraiche contengono YHWH. Le versioni precedenti della Settanta apparentemente includono YHWH.

Questo spiega perché YHWH non appare da nessuna parte nel Nuovo Testamento. Gli autori del Nuovo Testamento usavano la Settanta come fonte delle scritture. Ogni luogo in cui un brano dell'Antico Testamento è citato nel Nuovo Testamento, è la versione dei Settanta di quel brano che viene citata; Ad esempio, mentre Isaia 40: 3 diceva 'prepara la via per YHWH', Matteo 3: 3 lo citava come 'prepara la via per il Signore'.

Questa tradizione è stata portata avanti nelle traduzioni moderne della Bibbia, come la versione di Re Giacomo, in cui l'ebraico YHWH è tradotto come 'il SIGNORE' in maiuscolo.