• Principale
  • Globale
  • Immagine negativa globale della Russia durante la crisi in Ucraina

Immagine negativa globale della Russia durante la crisi in Ucraina

Visioni sfavorevoli della Russia in aumentoMentre l'Unione Europea considera ulteriori sanzioni alla Russia per il suo ruolo nella situazione di stallo in Ucraina, la Russia è largamente impopolare in molti paesi del mondo e sempre più antipatica in Europa e negli Stati Uniti. La leadership del presidente Vladimir Putin continua a ispirare poca fiducia in tutto il mondo, secondo un nuovo sondaggio del Pew Research Center. L'immagine globale negativa dell'ex potenza della Guerra Fredda contraddice le aspettative dei russi secondo cui le azioni di Putin in Ucraina migliorerebbero la reputazione internazionale del loro paese.1

E mentre Putin esprime preoccupazione per i diritti delle minoranze russe in Ucraina, il mondo dà a Mosca un voto mediocre per il suo rispetto delle libertà personali dei propri cittadini.


Questi sono tra i risultati chiave di un sondaggio del Pew Research Center condotto dal 17 marzo al 5 giugno 2014 tra 48.643 intervistati in 44 paesi, inclusa la Russia. Quasi tutte le interviste sono state condotte dopo la dichiarazione di Putin del 18 marzothche la Russia avrebbe annesso la Crimea. La maggior parte delle interviste in Francia, Germania, Grecia, Italia, Polonia, Spagna e Regno Unito sono state completate entro una settimana dall'annuncio.

Russia sempre più impopolare

Europei, americani più negativi verso la RussiaNei 44 paesi esaminati, una percentuale media del 43% ha opinioni sfavorevoli sulla Russia, rispetto al 34% che è positivo.


Le valutazioni negative della Russia sono aumentate in modo significativo dal 2013 in 20 dei 36 paesi esaminati in entrambi gli anni, sono diminuite in sei e sono rimaste relativamente simili nei restanti 10.

Gli americani e gli europei in particolare si sono inaspriti con la Russia negli ultimi 12 mesi. Più di sei su dieci in Polonia, Germania, Italia, Spagna, Francia, Stati Uniti e Regno Unito hanno un'immagine sfavorevole della Russia. E in tutti tranne uno di questi paesi le recensioni negative sono aumentate di due cifre rispetto allo scorso anno, di cui 29 punti percentuali negli Stati Uniti, 27 punti in Polonia, 24 punti nel Regno Unito e 23 punti in Spagna. I greci si distinguono tra le loro controparti europee: solo il 35% non ama la Russia, praticamente invariata rispetto allo scorso anno.

Anche l'atteggiamento degli ucraini verso la Russia è cambiato in modo significativo nel tempo. Sei su dieci in Ucraina valutano la Russia in modo sfavorevole oggi, rispetto a solo l'11% nel 2011, l'ultima volta che è stata posta la domanda. All'interno dell'Ucraina ci sono profonde divisioni per regione e lingua. Più di otto su dieci nella parte occidentale del paese (83%) attribuiscono alla Russia voti bassi, rispetto al 45% nell'est e solo al 4% in Crimea. Nell'est, i russofoni (28%) sono meno negativi nei confronti della Russia rispetto ai loro vicini (58%).2

Come è avvenuto negli anni precedenti, anche la Russia è impopolare presso il pubblico in Medio Oriente. Più della metà nella maggior parte dei paesi esaminati nella regione ha un'opinione sfavorevole della Russia, compresi sette giordani su dieci o più, turchi ed egiziani. I palestinesi e i tunisini sono meno negativi. In Libano, gli atteggiamenti variano notevolmente a seconda del gruppo religioso. La maggioranza dei musulmani sunniti (80%) e dei cristiani (63%) attribuisce alla Russia valutazioni sfavorevoli, rispetto al solo 12% dei musulmani sciiti.



La Russia è sempre più antipatica in molti paesi dell'America Latina, anche se il cambiamento non è stato così drammatico come negli Stati Uniti e in Europa. E mentre, a conti fatti, la maggior parte dei cittadini ha opinioni negative sulla Russia, percentuali sostanziali non hanno opinioni. Più di quattro su dieci in Brasile, Venezuela, Cile e Messico danno alla Russia valutazioni sfavorevoli. Significativi aumenti dell'impopolarità della Russia dallo scorso anno si sono verificati in Venezuela, Argentina, Brasile, Cile, El Salvador e Messico.


In Asia, ci sono profonde divisioni tra le nazioni sulle loro opinioni sulla Russia. Circa sette su dieci in Giappone (69%) giudicano la Russia sfavorevolmente rispetto a un quarto o meno in Cina (23%) e Vietnam (14%). La Cina è uno dei pochi paesi in cui le recensioni negative sono diminuite notevolmente nell'ultimo anno (-16 punti percentuali).

Le nazioni africane rimangono le meno propense tra le regioni esaminate a valutare la Russia in modo sfavorevole. In effetti, le pluralità nella maggior parte dei paesi, con il Sudafrica che è la principale eccezione, danno alla Russia un punteggio elevato, sebbene molte persone non esprimano un'opinione in entrambi i casi.


Poca fiducia in Putin

Fiducia in Putin Low nel mondoMaggioranze o pluralità in 25 dei 44 paesi intervistati affermano di non avere fiducia nel fatto che Putin faccia la cosa giusta negli affari mondiali.

Come per le opinioni sulla Russia in generale, gli atteggiamenti verso Putin sono più uniformemente negativi negli Stati Uniti e in Europa. Otto americani su dieci affermano di non avere troppa o nessuna fiducia nel leader russo, e le maggioranze di tutti i paesi europei intervistati sono d'accordo.

Anche più di sette ucraini su dieci esprimono disappunto nei confronti di Putin. L'ampia maggioranza degli ucraini nell'ovest (89%) e nell'est (66%) esprime sfiducia nel presidente della Russia, mentre solo il 5% dei residenti in Crimea dice lo stesso. Circa la metà dei russofoni (51%) a est non ha fiducia nella politica estera di Putin rispetto al 43% che afferma di fidarsi di lui.

Maggioranze o pluralità nella maggior parte delle nazioni intervistate in Medio Oriente e America Latina danno anche a Putin un voto negativo in politica estera. E sei su dieci o più di giapponesi e sudcoreani fanno lo stesso.


Le opinioni negative su Putin negli Stati Uniti sono aumentate di 26 punti percentuali dall'ultima volta che Pew Research ha posto la domanda nel 2012 (54%). Le valutazioni negative per Putin sono aumentate di due cifre anche negli ultimi due anni in Polonia (+12 punti percentuali) e Brasile (+13). In Ucraina, la mancanza di fiducia è aumentata di 40 punti dall'ultima domanda nel 2007.

Vietnam (69%), Cina (62%), Bangladesh (61%), Tanzania (52%) e Kenya (50%) sono gli unici paesi oltre alla Russia in cui almeno la metà del pubblico ha fiducia nella gestione degli affari internazionali da parte di Putin . In Russia l'83% ha fiducia nella politica estera del proprio leader, contro il 69% del 2012. Percentuali significative nei restanti paesi non esprimono un'opinione sul presidente russo.

Mosca vista come una non tutela delle libertà civili

Mancanza di rispetto per le libertà personaliMaggioranze o pluralità in 16 dei 44 paesi esaminati affermano che il governo russo lo fanonrispettare le libertà personali della sua gente. In molti dei restanti paesi, grandi percentuali non hanno opinioni su questa questione.

Gli americani e gli europei hanno un'immagine particolarmente negativa del record di Mosca in materia di libertà civili. Circa tre quarti o più in Germania, Francia, Stati Uniti, Polonia, Spagna, Regno Unito e Italia pensano che la Russia non rispetti le libertà personali. Questo punto di vista è aumentato notevolmente rispetto alla precedente volta in cui Pew Research ha posto la domanda nel 2008 negli Stati Uniti (+22 punti), in Spagna (+16) e nel Regno Unito (+12).

Nel frattempo, vietnamiti (76% afferma che la Russia rispetta le libertà personali) e cinesi (63%) danno a Mosca il punteggio più alto in materia di libertà civili. La maggioranza dei russi (57%) fa lo stesso - un cambiamento significativo dal 2008, quando il pubblico era diviso (il 45% rispetta le libertà personali, il 44% no).