• Principale
  • Notizia
  • Il numero di adulti statunitensi che convivono con un partner continua ad aumentare, soprattutto tra quelli di età pari o superiore a 50 anni

Il numero di adulti statunitensi che convivono con un partner continua ad aumentare, soprattutto tra quelli di età pari o superiore a 50 anni

Poiché i tassi di matrimonio sono diminuiti, il numero di adulti statunitensi in relazioni conviventi ha continuato a salire, raggiungendo circa 18 milioni nel 2016. Questo è il 29% dal 2007, quando 14 milioni di adulti convivono, secondo i dati dell'U.S. Census Bureau.


Secondo una nuova analisi del Pew Research Center del Current Population Survey, circa la metà dei conviventi - quelli che vivono con un partner non sposato - ha meno di 35 anni. Ma un numero crescente di americani dai 50 anni in su convive con relazioni. Infatti, i conviventi di età pari o superiore a 50 anni rappresentavano circa un quarto (23%) di tutti gli adulti conviventi nel 2016.

Dal 2007, il numero di adulti conviventi dai 50 anni in su è cresciuto del 75%. Questo aumento è più rapido di quello di altri gruppi di età durante questo periodo di tempo ed è in parte determinato dall'invecchiamento dei Baby Boomer. Nel 2016, 4 milioni di adulti di età pari o superiore a 50 anni erano conviventi, rispetto a 2,3 milioni nel 2007. In confronto, 8,9 milioni di adulti di età compresa tra 18 e 34 anni hanno convissuto lo scorso anno, rispetto a 7,2 milioni.


Sebbene la convivenza sia in aumento, i conviventi costituiscono ancora porzioni relativamente piccole di ogni fascia di età, in particolare tra gli adulti dai 50 anni in su. In totale, il 7% degli adulti statunitensi conviveva nel 2016. Solo il 4% degli adulti di età pari o superiore a 50 anni conviveva. In confronto, il 14% degli americani di età compresa tra 25 e 34 anni conviveva, la percentuale più alta tra i gruppi di età analizzati qui. Circa un adulto su dieci di età compresa tra i 18 ei 24 anni e tra i 35 ei 49 anni conviveva.

Il numero crescente di conviventi di età pari o superiore a 50 anni coincide con l'aumento dei tassi di divorzio in questo gruppo. Con i tassi di divorzio più elevati e una quota crescente di persone che non si sono mai sposate in questa fascia di età, più persone non sono sposate e sono disponibili per il partner o il ricongiungimento. Nel 2016, il 61% degli adulti di età pari o superiore a 50 anni era sposato, rispetto al 64% nel 1990.

La maggior parte dei conviventi di età pari o superiore a 50 anni è stata precedentemente sposata, inclusa la maggioranza divorziata (55%). Poco più di un decimo dei conviventi di età pari o superiore a 50 anni (13%) sono vedovi, una quota che sale al 27% tra i conviventi di età pari o superiore a 65 anni. Tuttavia, circa un quarto dei conviventi (27%) di età pari o superiore a 50 anni non si è mai sposato.



Al contrario, la maggioranza dei conviventi di età inferiore ai 50 anni non si è mai sposata, inclusi quasi tutti i conviventi di età compresa tra 18 e 24 anni (97%) e l'85% di quelli di età compresa tra 25 e 34 anni. Circa la metà (52%) dei conviventi di età compresa tra 35 e 49 non è mai stata sposati, mentre circa un terzo (36%) è divorziato.


Tra i conviventi di età pari o superiore a 50 anni, la maggioranza (57%) ha 50 anni. Altri tre su dieci hanno 60 anni, mentre uno su dieci ne ha 70. Solo il 3% dei conviventi di età pari o superiore a 50 anni ha un'età pari o superiore a 80 anni.