• Principale
  • Notizia
  • Milioni di giovani negli Stati Uniti e nell'UE non lavorano né studiano

Milioni di giovani negli Stati Uniti e nell'UE non lavorano né studiano

Adolescenti e giovani adulti sono stati tra i gruppi più colpiti dalla crisi finanziaria globale. E mentre da allora molti giovani hanno ripreso piede - come dipendenti, studenti o entrambi - ci sono ancora milioni negli Stati Uniti e all'estero che non lavorano né a scuola. Sebbene a volte ci si riferisca a giovani 'disconnessi' o 'distaccati', a livello globale questi giovani sono spesso chiamati 'NEET', perché sononoemployed né ineducation otpiove.


Sebbene i tassi di NEET siano aumentati sia negli Stati Uniti che nell'UE durante e dopo la crisi, sono aumentati ma sono diminuiti più rapidamente negli Stati Uniti. Al contrario, i tassi di NEET di molti paesi dell'UE rimangono ben al di sopra dei livelli pre-crisi. (Sebbene simili, le misure degli Stati Uniti e dell'UE non sono direttamente confrontabili, in parte perché l'UE inizia a monitorare la partecipazione dei giovani alla forza lavoro a 15 anni anziché a 16 anni, e anche perché l'apprendistato e altra formazione sul posto di lavoro è più comune in Europa rispetto a negli Stati Uniti)

Gli economisti del lavoro stanno prestando sempre più attenzione ai NEET, soprattutto quando, come in gran parte dell'Europa, i tassi di NEET sono costantemente alti. Temono che senza assistenza i giovani economicamente inattivi non acquisiranno capacità lavorative critiche e non si integreranno mai completamente nell'economia più ampia né realizzeranno il loro pieno potenziale di guadagno. Alcuni osservatori temono inoltre che un gran numero di NEET rappresenti una potenziale fonte di disordini sociali.


Meno giovani NEET negli Stati Uniti con la ripresa dellNel 2015, c'erano quasi 10,2 milioni di NEET di età compresa tra i 16 ei 29 anni negli Stati Uniti, o il 16,9% della popolazione totale di quella fascia di età, secondo una nuova analisi dei dati del Pew Research Center del Bureau of Labor Statistics. Ciò rappresenta un modesto calo negli ultimi anni: nel 2013 c'erano poco più di 11 milioni di NEET negli Stati Uniti, che rappresentano il 18,5% della popolazione da 16 a 29, secondo la nostra analisi.

I dati esattamente corrispondenti non sono disponibili per gli anni precedenti, perché il Current Population Survey mensile utilizzato da BLS ha iniziato a raccogliere dati dettagliati sull'iscrizione scolastica degli americani di età pari o superiore a 25 anni nel 2013.

Tuttavia, dati CPS con tendenza più lungasiamodisponibile per ragazzi dai 16 ai 24 anni. Questi numeri mostrano che il tasso di NEET in quel gruppo generalmente segue il ciclo economico. È sceso tra il 1985 e il 2000, dal 19,5% al ​​14,3%, tranne che per un aumento durante la recessione dei primi anni '90. Il tasso di NEET da 16 a 24 è nuovamente aumentato dopo la recessione dei primi anni 2000, è sceso al 14,5% nel 2007, per poi aumentare durante la Grande Recessione. Il tasso è sceso vertiginosamente dal picco al 17,6% nel 2010; l'anno scorso era del 15,7%, un pelo in più rispetto al 2008.



Chi sono i NEET americani?Che aspetto ha la popolazione NEET della nazione? Secondo la nostra analisi dei dati del 2015 sui giovani di età compresa tra 16 e 29 anni, sono più femmine che maschi (dal 57% al 43%) e due terzi hanno un'istruzione superiore o inferiore. I neri e gli ispanici hanno maggiori probabilità di essere NEET: il 22% dei giovani neri di età compresa tra i 16 ei 29 anni non è né impiegato né a scuola, contro il 16% dei giovani bianchi. Circa il 20% dei giovani ispanici sono NEET.


Un'analisi separata di Measure of America (un progetto del Social Science Research Council), sebbene non direttamente confrontabile, aggiunge ulteriore contesto. Quel rapporto, utilizzando i dati del 2013 dell'American Community Survey, ha rilevato una variazione considerevole nella quota stimata di ciò che definisce 'giovani scollegati' (solo dai 16 ai 24 anni) in quasi 100 delle aree metropolitane più popolose. Le aree metropolitane con i tassi più elevati sono state Memphis (21,6%); Bakersfield, California (21,2%); e Lakeland-Winter Haven, Florida (20,4%). I tassi più bassi sono stati a Omaha-Council Bluffs, Nebraska-Iowa, e Fairfield County, Connecticut (entrambi 7,7%) ea Boston (8,2%). In generale, tassi di disconnessione più elevati sono stati riscontrati più comunemente nel sud e nell'ovest che nel nord-est e nel Midwest.

Notando che 'i giovani disconnessi provengono in gran parte da comunità che sono state a lungo isolate dal mainstream', i ricercatori hanno identificato sei fattori associati ad alti tassi di disconnessione giovanile: alti tassi di disconnessione un decennio prima, bassi livelli di sviluppo umano (come misurato da un indice che combina indicatori di salute, istruzione e reddito), alti tassi di povertà e disoccupazione degli adulti, bassi livelli di istruzione degli adulti e un alto grado di segregazione razziale.


Anche l'Unione europea ha assistito a un aumento della popolazione NEET durante e dopo la crisi finanziaria. (L'agenzia statistica dell'UE, Eurostat, fissa il limite di età inferiore dei NEET a 15 invece di 16.) Nel 2014, l'anno più recente per il quale sono disponibili i dati, il 15,4% della popolazione tra i 15 ei 29 anni, ovvero circa 13,4 milioni i giovani in tutta l'UE - non erano né occupati né frequentavano scuole o altri tipi di formazione, un tasso che è cambiato poco dal 2010. Come negli Stati Uniti, più NEET erano giovani donne (55% del totale) rispetto ai giovani uomini (45%).

LIl tasso di NEET varia notevolmente tra i 28 paesi membri dell'UE: quelli con i tassi più alti si trovavano nell'Europa meridionale in difficoltà, guidati da Grecia e Italia; più di un quarto dei giovani di età compresa tra i 15 ei 29 anni in quei paesi erano NEET (rispettivamente 26,7% e 26,2%). Il Lussemburgo (6,5%) e la Danimarca (7,3%) hanno registrato i tassi di NEET più bassi nell'UE.

Le tendenze del tasso di NEET nelle maggiori economie dell'UE variano considerevolmente, sia tra loro che in base al modello osservato negli Stati Uniti. In Germania, ad esempio, il tasso di NEET ha raggiunto il picco nel 2005 e da allora è gradualmente diminuito; in Italia, al contrario, il suo tasso già elevato ha iniziato a salire più in alto nel 2008 e, a partire dal 2014, non si è ancora fermato. Il tasso di NEET nel Regno Unito è diminuito drasticamente a metà degli anni 2000, è aumentato nel 2007 e ha raggiunto il picco nel 2011, diminuendo leggermente da allora. E il tasso della Francia è rimasto notevolmente stabile, oscillando solo tra il 12,8% e il 15,1% durante l'intero periodo 2000-2014 esaminato.