• Principale
  • Politica
  • 3. Le lotte degli americani con verità, accuratezza e responsabilità

3. Le lotte degli americani con verità, accuratezza e responsabilità

Molti pensano che l'America stia attraversando una crisi nei fatti e nella verità e credono che questo problema sia legato allo stato attuale di sfiducia che le persone hanno nelle istituzioni. Il Centro ha recentemente riferito che la metà degli adulti statunitensi afferma che le notizie e le informazioni inventate sono un problema molto grande nel paese oggi, e circa due terzi affermano che causano una grande confusione sui fatti di base di questioni ed eventi attuali. Dicono anche che notizie e informazioni inventate hanno un grande impatto sulla fiducia degli americani nel governo (68%) e l'uno nell'altro (54%).

In questo nuovo sondaggio aggiungiamo a queste intuizioni, scoprendo che la stragrande maggioranza degli adulti afferma che il livello di accordo degli americani sui fatti di base su questioni ed eventi è un problema. L'85% degli adulti afferma che questo è almeno un problema moderatamente grande, incluso il 42% che afferma che è un problema molto grande. Con urgenza, questo problema si colloca accanto al livello di fiducia degli americani nel governo federale e alla disponibilità di alloggi a prezzi accessibili, come problemi che preoccupano gli americani. E cade leggermente al di sopra di questioni come la qualità delle scuole K-12 pubbliche e le condizioni di strade, ponti e trasporti pubblici in tutto il paese.

Il grafico mostra che quasi due terzi degli adulti hanno difficoltà a dire cosa è vero quando parlano i funzionari eletti.Allo stesso tempo, gli americani ammettono di avere a volte difficoltà a distinguere la verità dalla falsità da certe fonti. Ad esempio, quasi due terzi (64%) degli adulti afferma che è difficile distinguere tra ciò che è vero e ciò che non lo è quando si ascoltano i funzionari eletti. Le quote più piccole di adulti hanno difficoltà a discernere i fatti su altri media. Ad esempio, il 48% afferma che è difficile distinguere tra ciò che è vero e ciò che non lo è quando si utilizzano i social media, incluso il 16% che afferma che è molto difficile. E il 41% afferma che è difficile capire la differenza quando si guarda il telegiornale via cavo.

Al contrario, la maggioranza degli adulti (69%) afferma di sìnondifficile determinare la verità quando si parla con persone che conoscono, mentre solo tre su dieci (30%) lottano con la verità quando parlano con queste persone.

Sebbene non pronunciate, ci sono modeste differenze tra i partigiani su alcune di queste questioni. Ad esempio, i repubblicani sono più propensi dei democratici a dire che trovano difficile distinguere tra ciò che è vero e ciò che non lo è quando guardano i notiziari della TV via cavo (46% contro 38%), ascoltando funzionari eletti (68% contro 62% ) o utilizzando i social media (51% contro 45%). Le donne sono più propense degli uomini a dire che trovano difficile distinguere tra ciò che è vero e ciò che non è vero quando ascoltano i funzionari eletti (69% contro 60%). E gli ispanici sono più propensi a dire che lottano con le informazioni fornite dalle persone che conoscono: il 40% degli ispanici ha difficoltà a distinguere tra ciò che è vero e ciò che non è vero quando ascolta le persone che conoscono, rispetto al 31% dei neri e il 28% dei bianchi.

Gli americani credono che il governo potrebbe essere più trasparente con il pubblico

Gli americani non solo si preoccupano delle informazioni inventate e della mancanza di accordo sui fatti, ma pensano anche che le principali fonti di informazioni istituzionali nascondano informazioni utili che potrebbero essere condivise in modo appropriato con il pubblico.



Una netta maggioranza di adulti afferma che il governo federale potrebbe condividere di più con il pubblico di quanto non faccia. Ben il 69% afferma che il governo federale nasconde intenzionalmente informazioni importanti al pubblico che potrebbe rilasciare in sicurezza. Al contrario, il 29% afferma che il governo federale rilascia pubblicamente le informazioni importanti che può rilasciare in sicurezza.

Il grafico mostra che due terzi degli adulti ritengono che il governo nasconda le informazioni che potrebbe condividere con il pubblico su questioni chiave.Quando viene chiesto esattamente quali informazioni importanti ritengono che il governo federale tenga, le quote maggiori menzionano la politica interna e gli scandali. Circa il 16% ritiene che il governo nasconda informazioni su specifiche questioni relative alla politica interna, che includono questioni con clima e ambiente, questioni con medicina e salute e budget governativi. Una quota simile (14%) afferma che il governo nasconde le informazioni sui problemi e gli scandali del governo generale, come la corruzione e gli accordi dietro le quinte. La terza categoria più ampia di informazioni che gli adulti ritengono che il governo trattiene riguardi specifiche questioni di politica estera e sicurezza nazionale (9%), comprese questioni militari e terrorismo.

L'affiliazione ai partiti politici è legata a ciò che le persone sentono che il governo federale nega: il 7% dei democratici ritiene che il governo neghi informazioni sulle tasse, sugli affari e sul comportamento di Trump, rispetto all'1% dei repubblicani. I democratici sono anche più propensi a dire che il governo nasconde le informazioni sulle questioni ambientali.

Nelle risposte scritte che spiegano le loro risposte, gli intervistati hanno dato voce a una serie di sospetti sulle informazioni che il governo non condivide, ma dovrebbe condividere. Un uomo di 76 anni ha affermato: 'Non sono onesti sulla maggior parte delle loro attività poiché pensano di sapere di più su ciò che è bene per il pubblico in generale di quanto sappiamo per noi stessi'.

Allo stesso modo, un Baby Boomer ha scritto: 'Il governo classifica opportunamente le informazioni che potrebbero indurre il pubblico a essere contrario a determinate azioni o indagini. Il governo deve essere più aperto al pubblico e avere fiducia nella sua comprensione ”.

Alcune persone credono che il motivo per cui il governo tiene segrete le informazioni sia proteggere la sua reputazione, piuttosto che proteggere importanti interessi nazionali. Un Millennial ha detto: 'Penso che il governo trattiene alcune informazioni relative a tutti i disastri e gli attacchi su larga scala all'America ed evita intenzionalmente le informazioni che non le mostrano in modo favorevole'.

Un filone di pensiero ha coinvolto le preoccupazioni delle persone che il governo sappia molto di più sulla vita americana di quanto non condivida. Un Millennial ha indicato 'lo stato generale del paese senza pregiudizi, quasi nulla su Trump e sui suoi vari scandali, informazioni oggettive di qualsiasi tipo'. Un contemporaneo generazionale lo ha detto in questo modo: 'Statistiche rilevanti riguardanti le tendenze economiche e le metriche dell'occupazione, che sono poco lusinghiere alla luce delle loro politiche e della narrativa preferita'

Molti americani credono che la copertura mediatica sia unilaterale

La preoccupazione del pubblico per la mancata divulgazione di informazioni va oltre il governo. Circa il 61% afferma che i media ignorano intenzionalmente le storie importanti per il pubblico, mentre circa quattro su dieci (38%) credono che i media facciano del loro meglio per coprire le storie importanti per il pubblico.

Mentre i partigiani sono relativamente simili nel loro giudizio generale sul fatto che i media nascondano alcune informazioni, c'è un certo disaccordo sulla gravità della copertura unilaterale. Circa uno su cinque (19%) di coloro che hanno fornito risposte scritte ha affermato che i media sono di parte o si concentrano sulle opinioni piuttosto che sui fatti. I repubblicani sono più propensi dei democratici a presentare questa denuncia (22% contro 16%). Ciò è in linea con altri risultati del Centro che documentano un livello più elevato di preoccupazione tra i repubblicani per la copertura unilaterale. Analogamente a ciò che ritiene il governo federale trattiene, il 15% degli adulti afferma che i mezzi di informazione non coprono questioni relative alla politica interna come il sistema giudiziario, la criminalità, l'immigrazione, le questioni che riguardano la razza e le questioni legate al clima. E l'11% afferma che i media tralasciano buone notizie sui risultati di Trump e sull'economia.

Il grafico mostra che la maggioranza degli americani afferma che i media ignorano intenzionalmente le storie importanti.I repubblicani sono anche più propensi dei democratici a dire che i media ignorano le storie importanti sui risultati di Trump o le buone notizie sull'economia (18% contro l'1%) e le storie sui problemi e gli scandali dei democratici. Un numero statisticamente trascurabile di Democratici si è lamentato di questo, rispetto al 7% dei Repubblicani.

Quel tema è stato affrontato da un uomo di 56 anni: 'Non c'è stata una sola storia positiva sul presidente Trump. È l'unico presidente in carica ad aver incontrato un dittatore nordcoreano, ma è stato considerato negativo dai media e dai (Democratici). È l'unico presidente che ha tentato di affrontare efficacemente l'immigrazione illegale, ma i media e (i democratici) girano negativamente. È un patriota che aveva già un lavoro diurno e non aveva bisogno del pasticcio della presidenza, ma ci è entrato come un cittadino stanco delle stronzate politiche che hanno infettato la nazione ... '

Un commento tipico sulla copertura unilaterale delle notizie è venuto da una donna di 71 anni: 'La verità su ogni storia che coprono. La storia completa e non solo i bocconcini distribuiti su una copertura a caso. Le 'notizie' riportate sono costituite sempre più da pettegolezzi su individui dell'industria 'dell'intrattenimento', nonché politici e / o questioni con cui i media hanno pregiudizi. Mi ritrovo spesso a fare domande sul perché sto ascoltando / vedendo una storia su problemi di divorzio di alcuni 'intrattenitori' o su un'eruzione vulcanica in Indonesia, quando nessuno di questi ha alcun impatto diretto su di me e sui miei '.

Per un certo numero di intervistati, la questione non è tanto ignorata dagli argomenti delle notizie quanto dalle storie non completamente trattate. Ne ha scritto uno: 'Penso che, più di ogni altra cosa, inclinano la copertura per riflettere le proprie opinioni. Ignorare può essere una parola forte, minimizzare potrebbe essere una parola migliore o e o potrebbe semplicemente dare maggiore enfasi alle storie che riflettono le loro tendenze. Penso anche che questo si rifletta anche a livello locale ”.

Altri hanno affermato che alcune questioni specifiche non sono state completamente coperte. Un uomo Millennial ha scritto: 'Il cambiamento climatico non ha una copertura sufficiente. Credo che guardare a chi sono i donatori di un politico sia più illuminante che coprire semplicemente alcuni discorsi che hanno tenuto, eppure non è mai nelle notizie. I mezzi di informazione sono un business e quindi ignorano le storie che possono influenzare l'acquisto di spazi pubblicitari nei loro giornali o durante le loro pubblicità. Ciò significa che non abbiamo un quadro completo delle notizie, ma solo di ciò che consentono ”.

Mancanza di fiducia nella condivisione delle informazioni da parte del governo federale e nei collegamenti con la copertura dei media ad altre lotte e preoccupazioni

La mancanza di fiducia del pubblico nelle capacità del governo e dei media di informare pienamente i legami pubblici sul modo in cui gli americani rispondono a varie questioni legate alla fiducia. Ad esempio, gli adulti che affermano che il governo federale nasconde intenzionalmente informazioni importanti al pubblico sono più propensi di altri a dire che la fiducia degli americani nel governo federale si è ridotta (80% contro 63% tra coloro che affermano che il governo non lo fa rilasciare alcune informazioni utili) e per dire che non sono sicuri che i funzionari eletti agiscano nel migliore interesse del pubblico (67% contro 53%).

È anche più probabile che segnalino problemi, come il livello di accordo degli americani sui fatti di base su questioni o eventi (89% contro 78%) e il livello di fiducia degli americani nel governo federale (89% contro 80% ).

Esistono modelli simili per gli adulti che credono che i media ignorino intenzionalmente alcune storie che sono importanti per il pubblico. Questi adulti hanno una probabilità tre volte maggiore di quelli che affermano che i mezzi di informazione fanno del loro meglio per coprire le storie che sono importanti per il pubblico per dire che non sono sicuri che i mezzi di informazione agiscano nel migliore interesse del pubblico (71% contro il 22%). E il 45% di coloro che affermano che i notiziari ignorano le storie afferma anche che è difficile capire la differenza tra ciò che è e non è vero quando si guardano i notiziari della televisione via cavo, rispetto al 35% di coloro che credono che i notiziari stiano facendo del loro meglio.