2 Maccabei

Leggera lettura dell'età del ferro
La Bibbia
Icona bible.svg
Gabbin 'with God
Analisi
Corteggiare
Figure

2 Maccabei è un deuterocanonico libro del Bibbia , che si concentra sul successo della ribellione dei Maccabei (guidata da Giuda Maccabeo) contro il governo seleucide.

Come per tutti i libri deuterocanonici, 2 Maccabei fa parte di Vecchio Testamento nel canone del Bibbia del Chiesa ortodossa orientale e Chiesa cattolica romana , ma non è accettato come parte della Bibbia da Protestanti o Ebrei , che lo includono come parte di Apocrifi anziché. Come con altri libri deuterocanonici, 2 Maccabei (a differenza di 1 Maccabei) è stato scritto in greco Koine, suggerendo che faceva parte di una tradizione orale degli ebrei greci che è cresciuto dal più conservatore ebraico comunità.

Contenuti

Paternità

2 Maccabei è presentato all'interno del testo come una sintesi di un'opera in 5 volumi di Giasone di Cirene. Niente nello stile o nella lingua del testo suggerisce che sia stato copiato da un'opera ebraica, il che significa che era la teologia originale per la comunità ebraica di Koine. Poiché si presume generalmente che il lavoro di Giasone di Cirene risalga al 100 a.C., si può presumere che questo testo sia ancora più giovane. A causa dei riferimenti alla festa ebraica per celebrare la purificazione del tempio egizio, la data di 2 Maccabei deve essere successiva al 127 aEV.

Canonizzazione e politica teologica

Parte del motivo per cui i protestanti l'hanno respinto è che alcuni dei passaggi in esso sembrano sostenere l'idea cattolica della preghiera per i morti, ad esempio 2 Maccabei 12:45 (KJV):Perché se non avesse sperato che gli uccisi sarebbero risuscitati, sarebbe stato superfluo e vano pregare per i morti.Questo è in riferimento a quando, dopo una battaglia, scoprirono che tutti gli uomini di Giuda che erano stati uccisi erano in possesso di idolatri amuleti ; così, hanno concluso che la loro morte nella battaglia era una punizione di Dio per il peccato. Così Giuda raccolse una colletta da inviare al Tempio per offrire sacrifici e predisporre preghiere, affinché Dio perdonasse i peccati dei loro compagni che erano morti. Tuttavia, altri contestano se questo passaggio supporti davvero la dottrina cattolica di purgatorio